COMUNICATO 3/2019



TRE BREVI PROVERBI/MODI DI DIRE/CONVINZIONI CHE POTREBBERO AIUTARCI A CAPIRE MOLTE COSE
(Per lottare contro la povertà e costruire una “casa comune migliore”)


1. “…. non si deve dare il pesce ma insegnare a pescare (effetto moltiplicatore della condivisione della conoscenza, invece che divisione di beni);

Quando aiutiamo l’altro condividendo la conoscenza, cioè trasmettendo all’altro il “come fare”, siamo certi che l’aiutiamo a camminare insieme, senza subordinazioni e senza l’attuazione di nuove colonizzazioni.
2. “…. se ci sono 100 poveri ed un ricco, e qualcuno dovesse imporre al ricco di redistribuire la propria ricchezza ai poveri, dopo non molto ci si ritroverà con 101 poveri (effetto dispersivo di ricchezza quando si divide, senza condividere)”;
Ѐ la storia di ciò che è avvenuto nei secoli e di ciò che avviene ogni giorno; rappresenta il limite di una visione, a volte opportunistica, di tutti coloro che non riescono a realizzare l’obiettivo della condivisione. La divisione impoverisce mentre la condivisione arricchisce. Dividere è un gesto materiale e quantitativo. Condividere è un gesto immateriale (spirituale) e qualitativo.
Ѐ spontaneo chiederci: cosa si deve condividere? Prima di tutto la conoscenza (vedi punto 1) che permette alle persone di trasmettere parte di sé e non solo parte di ciò che appartiene loro.
Condividendo si cambia dentro e, conseguentemente, cambia la qualità della vita di tutti coloro che vi partecipano attivamente, in una dimensione personale dove la volontà e la determinazione dei soggetti sono elementi irrinunciabili.
3.“…. se due persone, incontrandosi, si scambiano una moneta di uguale valore, si lasciano disponendo della medesima ricchezza che avevano prima dello scambio. Se incontrandosi, le medesime persone si scambiano un’idea, si lasciano potendo entrambe contare su due idee ciascuna (effetto moltiplicatore dello scambio di idee)”.
Ѐ la straordinarietà dello scambio di ciò che è proprio e personale. Ciò che appartiene intimamente alle persone in quanto non ancora trasformato in cose e beni. Il processo che vi è sotteso presuppone l’accettazione dell’altro e delle diversità che lo caratterizzano.
Ebbene sì, questo scambio tra diversi, scambio di idee diverse, produce un effetto moltiplicatore di ricchezza, frutto dell’azione conseguente all’utilizzazione della nuova conoscenza (idee, progetti, procedure).
Effetto moltiplicatore che potrebbe aiutare la trasformazione e il conseguente miglioramento delle nostre società “malate” dove l’accumulazione è attuata senza una progettualità specifica, spinta da intenti egoistici agli estremi, mentre molti soffrono povertà inumane che conducono interi popoli e intere comunità alla più degradante miseria.
Condividere la conoscenza, bene immateriale, comporta l’applicazione di un effetto moltiplicatore straordinario perché, diversamente dalla divisione di qualsiasi bene materiale, accrescendo nell’uno, non diminuisce nell’altro.


Bassano del Grappa - Roma, 25 settembre 2019

 

Tullio Chiminazzo





Inviato il 2019.10.07 11:59:26
Gin
If you want a better internet connection, I recommend you change the password of your wifi first, full tutorials on 192.168.l.l it's easy to follow. Change wifi password just in case.

Reply
 
Reply this post
Nome:

E' necessario inserire il testo di controllo mostrato a sinistra nel rettangolo sottostante per poter procedere all'invio del messaggio.