Tullio Chiminazzo

Nato nella piccola cittadina di Cassola in provincia di Vicenza il 18 giugno 1953, vive a Bassano del Grappa, cuore del Nord Est italiano con la moglie Irene.

Diplomato Ragioniere e Perito Commerciale, ha conseguito la laurea in Giurisprudenza, presso l’Università di Padova il 15 dicembre 1994.

Nel 1980 viene iscritto al Collegio dei Ragionieri e Periti Commerciali di Vicenza e nello stesso anno, insieme ai colleghi di studio più anziani Antonio Basso e Luciano Marchiorello è tra i primi 17 ragionieri che danno vita al Collegio dei Ragionieri e Periti Commerciali di Bassano del Grappa.

Svolge da circa trent’anni la professione di Ragioniere Commercialista ed Economista d’Impresa, con propri Studi in Bassano del Grappa e a Roma.

Dai primi anni Novanta è promotore e fondatore di un Movimento, divenuto internazionale, di “Etica ed Economia”.

Il 31 agosto 2005 gli è stata conferita, a Buenos Aires, la “Laurea Honoris Causa”, per meriti accademici e di ricerca, dall’Universidad Católica de Salta – República Argentina.

La professione

Ha iniziato la propria carriera professionale di ragioniere commercialista e revisore contabile all'inizio degli anni Ottanta in collaborazione con il rag. Antonio Basso (già Sindaco della Città di Bassano del Grappa) e il dott. Luciano Marchiorello, suo maestro, con i quali ha creato un rapporto profondo di collaborazione professionale ed umana.

Sin dai primi anni di attività professionale, oltre alla cura di numerose piccole e medie imprese familiari, si è dedicato allo sviluppo di un Gruppo Imprenditoriale Internazionale, operante nel settore della grande distribuzione, accompagnandolo nella crescita da un fatturato annuo di euro 2.500.000,00 a quello di oltre 100.000.000,00 di euro, con la creazione di circa 1000 posti di lavoro.

Durante tre decenni di professione si è specializzato in particolare:

* trasformazioni, fusioni, scissioni societarie;

* conferimenti e cessioni d’azienda;

* ristrutturazioni d'impresa;

* passaggi generazionali;

* creazione di gruppi d’impresa internazionali e Joint Venture.

Affiancato da un ambiente di giovani collaboratori dinamici, offre anche ai propri clienti un’adeguata assistenza legale lavorando in stretta collaborazione con lo studio legale diretto dall'avv. Giuseppina d'Aquino e dal figlio avv. Luca Chiminazzo.

[Per approfondire]

 

La ricerca economica e l'impegno sociale

All'inizio degli anni Novanta, sempre teso a far emergere i risvolti etici dell’attività di impresa, nella prospettiva imprescindibile di coniugare l’efficienza e il profitto con la solidarietà, Tullio Chiminazzo, coinvolgendo professori universitari ed imprenditori, stimola la nascita di un gruppo di studio sull'Etica e l'Economia.

Il 14 febbraio 1995 viene costituito presso il Municipio di Bassano del Grappa un Comitato promotore ad experimentum per un triennio, allo scopo di contribuire a diffondere una nuova economia “dal volto umano”.

Il 27 luglio 1998 è il promotore - raccogliendo un fondo iniziale di Lit. 1.000.000.000 ossia Euro 516.456,90, con la partecipazione del Comune di Bassano del Grappa e di numerosi imprenditori, docenti universitari e professionisti - della prima nata Fondazione “Etica ed Economia” di Bassano del Grappa, di cui sarà per un quinquennio Vice Presidente Vicario e Direttore.

Seguono anni di intenso impegno di ricerca, studio e promozione con l'ideazione e la sperimentazione di progetti economici e di formazione tesi ad uno sviluppo equilibrato del pianeta, quali:

* “Scambio di capacità imprenditoriali”;

* “Villaggi Impresa”;

* "1% - L'impresa strumento di solidarietà internazionale”, fatto proprio da diverse istituzioni politiche ed economiche italiane e internazionali con il nome De-Tax / A-Tax (in Italia, Legge 7 aprile 2003, n. 80, art. 2, c. 1, lett. n), e art. 5, c. 1, lett. h);

* “Globalizzazione della Solidarietà”.

Il 21 maggio 2001 in occasione dell'udienza particolare concessa dal santo Padre Giovanni Paolo II ai trecento rappresentanti delle prime trenta Scuole, Tullio Chiminazzo diviene fondatore del Movimento Mondiale delle Scuole di Etica ed Economia.

Il 24 novembre 2004, in Campidoglio a Roma, ha promosso la costituzione della Fondazione “Etica ed Economia” dove è tra i fondatori assieme a grandi personalità del mondo economico, culturale, professionale, imprenditoriale, della politica e del sindacato, oltre a istituzioni nazionali delle professioni.

È stato promotore di cinque Forum Mondiali “Nord-Sud”, svoltisi dal 2001, in Bassano del Grappa, Roma, Buenos Aires (Argentina), Mahajanga (Madagascar) e Wollongong (Australia) oltre ad altri eventi ed iniziative di formazione, la maggior parte delle quali a livello universitario.

 

Attualmente continua nel suo impegno allo studio e alla teorizzazione di un modello economico globale efficiente, fondato sulla centralità della persona, la valorizzazione delle diversità umane e l'equa distribuzione delle risorse con l'ideazione e la proposizione alle entità preposte all'applicazione di ulteriori progetti di economia reale, tra cui:

* “Mutua Fide Bank”;

* “Solidarity card”

* “Il franchising delle bancarelle”

[Per approfondire]

 

Premi e riconoscimenti

Il 17 maggio 1999 riceve il Titolo di Cittadino Onorario di Marijampolé da parte del Sindaco della Regione della Repubblica di Lituania J. Vaiçilius, decreto ufficiale n. 286, “per la preparazione professionale dei giovani imprenditori della Regione di Marijampolé”.

Nel 1999 è stato nominato “Vicentino dell’anno”, premio promosso dal Giornale di Vicenza, su preferenza dei lettori, “Per la sua attività di instancabile promotore di iniziative volte a concretizzare il ruolo sociale dell’impresa e per i contributi di impegno sociale a favore dei popoli più svantaggiati della terra”.

Nel 2002 gli è stato attribuito il Titolo Melvin Jones Fellow, la più alta onorificenza conferita dalla Lions Clubs International Foundation, quale riconoscimento “dell’impegno e della dedizione a rendere il mondo migliore tramite il servizio a tutto il genere umano”.

Il 31 agosto 2005 gli è stata conferita, a Buenos Aires, la “Laurea Honoris Causa”, per meriti accademici e di ricerca, dall’Universidad Católica de Salta – República Argentina.

Il 16 gennaio 2009 viene nominato Cittadino Onorario della Città di Salta – Repubblica Argentina e gli vengono consegnate le Chiavi della Città da parte del Sindaco Miguel Angel Isa, decreto ufficiale n. 0017, “Per i meriti e l’attività finora attuata e nell’auspicio di analogo impegno di sviluppo per la Regione di Salta”.

 

[Vai alla Galleria Fotografica]